Prendi la mia mano - Aikido a Bologna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Prendi la mia mano

Aikido > Storie
Prendi la mia mano e stringila. Avanti, prendila. Con la tua immaginazione, pretendi, tocca, afferra e attacca in qualsiasi modo vuoi. Usa l'immaginazione con tutti i canali sensoriali aperti, senza limitarti a visualizzare unicamente lo scontro fisico: nei pochi istanti di esso, cosa ti sto dicendo di me? E cosa mi comunichi tu in cambio? Se hai difficoltà nel pensare a uno scontro con uno sconosciuto, scegli qualcun altro con cui hai avuto o puoi avere tale contatto. Visualizzate insieme ciò che sta per avvenire e sperimentatelo. Guardate all'aspetto esteriore della mano che si protende per stringerne un'altra; lasciatevi permeare dalla sensazione che emana: è calda, fredda, rigida, flaccida, aggressiva, timida, interessata, annoiata, disposta a cooperare o fa resistenza? Sentite l'altra persona: in che modo vi fondete l'un con l'altro?

Comunichiamo con gli altri attraverso i movimenti. Interagite con diversi partner in una singola lezione di allenamento, e avrete letto una quantità di autobiografie: il modo in cui ciascun partner di pratica si presenta e interagisce con noi ci dirà molto su di lui, non attraverso una dialogo verbale, ma per mezzo del modo in cui il corpo si offre, si muove e interagisce. L'Aikido consiste in incontri, scontri e interazioni: è comunicazione attraverso il movimento ed evoluzione continua.


Privacy Policy
Torna ai contenuti | Torna al menu